mercoledì 1 dicembre 2010

Addio, Maestro...



Questo è un post veramente molto breve per salutare il maestro Mario Monicelli.
Sin da piccola, complice la passione paterna per la commedia all'italiana, mi sono gustata i capolavori di questo grande artista del cinema, non solo italiano, ma anche mondiale. Alcuni dei suoi film restano tra i miei preferiti, anche in questi tempi in cui il gusto per il cinema è tanto cambiato e la risata sul grande schermo non è più scaturita da sottili ironie sui caratteri degli italiani medi, ma da sguaiate uscite spesso prive di una vera comicità. Il maestro Monicelli era in grado di incollare alla sedia senza necessità di piazzare bellone mezze nude o effetti speciali esorbitanti, ma semplicemente con l'intimità di personaggi così straordinari nel loro essere comuni.
Grazie per I soliti ignoti, per l'Armata Brancaleone, per La Grande Guerra, per Amici miei, per Il marchese del Grillo, per La ragazza con la pistola e per tutti i tuoi capolavori!

3 commenti:

  1. ci faceva ridere, a volte a saputo anche farci piangere, ma la cosa più importante è che ci raccontava attraverso la finzione la verità.

    RispondiElimina
  2. ci faceva ridere, a volte a saputo anche farci piangere, ma la cosa più importante è che ci raccontava attraverso la finzione la verità.

    RispondiElimina

Mi piace sapere cosa ne pensate! Grazie per aver commentato!