martedì 4 gennaio 2011

Guida insolita di Vienna


Stasera sono riuscita a vincere il richiamo del divano con copertina e, nonostante la proiezione privata de "Il diario di Bridget Jones" nel mio salotto, mi sono trascinata fino al pc perché già da ieri mi ero ripromessa di scrivere questo post. Quindi bando alle ciance...

Quest'anno ho trascorso il capodanno a Vienna, città intrisa di cultura mitteleuropea che trasuda barocco e jugendstil da ogni vicolo. Tuttavia non sono qui a farvi una relazione scolastica su tutte le mie tappe artistico-architettoniche (anche se devo ammettere che vedere dal vivo Picasso, Klimnt, Schiele, Kokoschka e il mio amato Loos mi ha fatto saltare il cuore in gola!!), voglio condividere con voi le esperienze più insolite e i luoghi assolutamente "da visitare" secondo il mio modesto parere. Vi premetto che la culinaria fa da padrone in questo post, quindi chi non ama la buona cucina, può fermarsi qui con la lettura!!

Il primo luogo che raccomando caldamente a tutti i futuri visitatori della capitale austriaca è il K.u.K. Restaurant Piaristenkeller, che si trova in Piaristingasse 45, vicino al Rathaus. Si tratta di un bellissimo ristorante caratteristico in cui potete gustare piatti di cucina viennese su ricette di epoca imperiale. Io ho mangiato una superba zuppa di fagiano, seguita da vitello marinato con vinaigrette di pomodori e per finire un lussurioso dessert, parfait di vaniglia, al quale ho consacrato il mio cuore!


A dispetto di quello che può sembrare, i prezzi non sono esagerati come in alcuni ristoranti di lusso che troviamo qui in Italia e vi assicuro che qui di lusso ce n'è davvero: le decorazioni della sala sono quelle originali di epoca imperiale, le sedie sono delle comodissime poltroncine in velluto rosso, l'atmosfera è a lume di candela e tutta la serata è allietata da musica delicatissima eseguita dal vivo da un eccellente pianista. Ma non finisce qui perché dopo le 22.30 è possibile visitare il sotterraneo Museo del cappello, con visita guidata, anzi, animata, dal maitre che è davvero un impeccabile padrone di casa.


 
Senza alcun dubbio questo è il locale che vi consiglio in maniera più spassionata!!

Un altro ristorante davvero stupendo è il Bitzingers Augustinerkeller che si trova in Augustinerstrasse 1, esattamente sotto l'Albertina. Inutile dire che anche qui si può gustare la tipica cucina viennese in un atmosfera gioviale e rilassata, con sottofondo musicale e luci soffuse. Qui vi consiglio la classica wiener schnitzel, da accompagnarsi senz'altro ad una kartoffelsalat.


E per i più temerari è d'obbligo assaggiare la Knoblauchsuppe, ovvero, la zuppa d'aglio: credetemi, è una vera squisitezza!!

All'insegna dei luoghi caratteristici ed insoliti, non perdetevi il ristorante Esterhazykeller, in Haarof 1, frequentato pressoché da soli austriaci: potrete gustarvi una cena davvero speciale nei sotterranei della città, scegliendo voi stessi dal banco della cucina cosa assaporare.


Le ultime menzioni enogastronomiche vanno ai cafè, che popolano Vienna ad ogni angolo e in cui si può respirare ancora quell'aria belle epoque che amo tanto e che è stata ormai cancellata da quest'insulsa moda lounge che caratterizza tutti i nuovi locali, almeno qui nel Belpaese.
Per un'ottima sacher, orgoglio nazionale dell'Austria, è d'obbligo recarsi all'Hotel Sacher, proprio di fronte all'Opera, in Karlsplatz. In questo cafè, infatti, è segretamente custodita l'unica ed originale ricetta della torta sacher. Ma se come me non andate matti per questo dolce (e non amate fare la coda per prendere una tazza di té!!), le alternative sono moltissime. Vi consiglio la torta Mozart, al celebre Cafè Mozart, in Albertinaplatz 2, davanti all'Albertina, accompagnata ad un buon caffè (c'è da dire, però, che per gli estimatori del caffè all'italiana, questo non si può chiamare proprio "buon caffè"!!).


Un altro caffè assolutamente raffinato e al contempo accessibile dal turista esigente, ma non troppo, è il Cafè Schwarzenberg, in Kartner Ring 17, dove il banco dei dolci vi farà sognare.


E mi raccomando, miei buongustai, non perdete l'occasione di gustare un eccellente ed originale strudel di mele, l'apfelstrudel, che potete trovare in qualsiasi angolo della città!

Ovviamente questi sono solo alcuni dei locali in cui ho rovinosamente messo alla prova il girovita, ma, se devo essere sincera, ne sono veramente felice!!
Qualche ultimo consiglio lo lascio per qualche attrattiva particolarmente singolare. In primo luogo, anche se come me soffrite di vertigini in maniera vergognosa, non precludetevi l'occasione di fare un giro sulla Riesenrad, nel Prater, la ruota panoramica più alta del mondo, che vi permetterà di ammirare una veduta di Vienna incomparabile.



Fate un giro sui caratteristici tram che attraversano tutta la città, regalando un'emozione diversa anche alla semplice esperienza di spostarsi da un luogo all'altro.


Visitate il Schmetterlinghaus, in Burggarten, Hofburg, ovvero la serra delle farfalle, che custodisce una piccola foresta tropicale con svolazzanti farfalle di rare dimensioni e colori, in un tripudio floreale decisamente insolito nel cuore di una città austriaca!


E per non trascurare i negozi, vi cito almeno quello di Swarovski  in Kartner Strasse 24: un vero e proprio museo di oggetti in cristallo, da acquistare ma anche semplicemente da ammirare. Qui potete trovare anche pezzi di collezioni estremamente rare come il dragone o l'aquila qui sotto, edizioni limitate in soli 300 pezzi numerati in tutto il mondo!



Ultima cosa, poi giuro che ho finito! Se vi fermate per almeno tre giorni, vi conviene senz'altro fare la Vienna Card: oltre alla possibilità di viaggiare sui mezza pubblici senza la necessità di fare ogni volta il biglietto, otterrete anche delle preziose agevolazioni per l'ingresso in musei, gallerie, palazzi reali, nonché offerte speciali e coupon spendibili in diversi locali e negozi!
Insomma, non perdetevi l'occasione di visitare una splendida città come Vienna!



4 commenti:

  1. sto programmando un viaggio a Vienna e al tua "guida insolita" mi ha fatto venir ancora più voglia di andarci!
    Diana

    RispondiElimina
  2. Ti consiglio tutti i posti in cui ho mangiato!!

    RispondiElimina
  3. Yummmm! Che fame che mi è venuta! Grazie di avermi indicato la tua guida...veramente dettagliata e carina! Anch'io ho pranzato vicino all'albertina, ma non difronte! XD
    Bacio

    RispondiElimina
  4. Se ti ricapita, vai all'Augustinerkeller... che zuppa d'aglio fantastica!!!

    RispondiElimina

Mi piace sapere cosa ne pensate! Grazie per aver commentato!