giovedì 1 dicembre 2011

Dott. Ing. Cherry Merry Muffin

Oggi voglio parlarvi di una consolidata tradizione che so non essere diffusa in tutte le città universitarie d'Italia. Tuttavia a Padova la tradizione del papiro è qualcosa di immancabile dopo la proclamazione di laurea. Così, in seguito alla mia proclamazione, anch'io ho dovuto leggere il famoso papiro e subire gli scherzi tipici della goliardia. Ma cos'è il papiro? Trattasi di un cartellone in cui viene raccontata in tono scherzoso e rigorosamente in versi rimati la vita del laureato, calcando sugli episodi più scabrosi e buffi. Il suddetto laureato ha l'obbligo di leggerlo tutto correttamente perché ad ogni errore è costretto a bere, nel migliore dei casi vino (Tavernello, mica Malvasia!!) o terribili intrugli iperalcolici. Per questa ragione arrivare alla fine del papiro è molto arduo giacché l'alcool, dopo qualche verso, ottenebra completamente le capacità cognitive del suddetto laureato rendendogli arcano persino il motivo per cui si trova lì. Seguono i terribili scherzi, volti ad umiliare pubblicamente il laureato, coinvolgendo sconosciuti e passanti che quasi sempre si prestano allo scherzo ben volentieri. La maggior parte delle volte gli scherzi sono 'a tema'. Il mio tema era Cherry Merry Muffin.

Today I want to show you a university tradition so famous in Padua were I graduated. After the graduation the graduated has to  undergo to a lot of jokes, first of all he have to read the  papiro. It is a poster in which all graduated's life is told in playful way and through the use of lines and rhymes. Each time the graduated  makes a mistake, during the reading, he has to drinks something like terrible wine. Many times the jokes have a fil rouge; in my case it was Cherry Merry Muffin.

La motivazione è che durante il mio soggiorno patavino avevo l'abitudine di preparare muffin per coinquiline ed amici, da cui la geniale idea di travestirmi come la bellissima bambolina della mia infanzia. Ecco la metamorfosi.

That's because I have the custom of cooking muffins when I lived in Padua. So the idea of  turning me into the cutie doll. 





Come potete notare il travestimento è fedele e RIGOROSAMENTE FATTO A MANO dal Miglior Team Organizzativo che si potesse chiedere, le mie super-efficienti amiche!
Ecco alcuni dettagli del costume: il grembiule cucito a mano, il cappellino-contieni scherzi fatto sempre a mano dalla mia cara Nicoletta, le pantofole rifinite con la pelliccia opera di Giulia (la solita di cui vi avevo parlato già qui).

The fancy dress is actually  close to the doll and it's  STRICTLY HANDMADE by my friends!



(Preciso che questo simpatico muffin altro non era che un contenitore di penitenze)





Questo era il costume di rito con il quale sono andata allegramente in giro per la città fino ad approdare al mio albero, quello su cui era appeso il papiro che ho letto con notevole difficoltà dovute allo spritz magistralmente preparato dal caro Matteo.

I walked across the city with this amazing dress until I arrived to my papiro and I had to read it.



Il meraviglioso papiro che vedete è stato scritto in collaborazione tra sorelle e amiche ma materialmente è stato realizzato dalla mia adorata Carlotta e l'immancabile caricatura è opera di Nicola.
Dopo la lettura del cartellone è stato il turno degli scherzi: ho dovuto distribuire squisiti muffin (preparati apposta da Nicoletta) ai passanti in cambio di un'offerta pecuniaria.

After reading I was subjected to the jokes: I had to  give away some muffins to the people I met in the street.


Ogni muffin aveva un bigliettino che recava, sempre scritto in rima, la penitenza che dovevo compiere. Tra le varie ho dovuto:
Each muffin had a pink tag with a forfeit. I had to do a lot of things , such as:

1. dare prova di abilità e coordinazione da ginnasta;
1. to show my gymnastic abilities (what??);


2. ballare la lambada con il mio maestro di ballo;
2. to dance lambada with my dance teacher;


3. scatenare tutte gli incantesimi di Harry Potter sui passanti;
3. to put all Harry Potter's spells on people walking by;


4. Pulire i vetri di un bar;
4. to clean the glasses of a bar;


Questo è stato il giusto contrappasso da scontare per il traguardo conseguito e devo dire che, nonostante l'imbarazzo iniziale, è stato davvero divertentissimo.
Nota di colore: dei turisti giapponesi si sono fermati a fotografarmi!!

That's what I had rightly to do that amazing day: I enjoyed myself so much!
Curiosity: some japanese tourists took photos of me, IOL!!


Ho ancora qualche post che desidero condividere con voi riguardo questa meravigliosa giornata, spero vi divertiate!

N.B.: Voglio rivolgere un particolare ringraziamento a tutti i presenti di quel giorno e a tutti coloro che si sono impegnati strenuamente per la riuscita di tutto questo: GRAZIE DAL PROFONDO DEL CUORE!!

13 commenti:

  1. ti hanno fotografata perché sembravi un cosplay!

    RispondiElimina
  2. E' una usanza molto divertente..quando li vedo appesi in giro mi fermo sempre a leggerli ;)

    RispondiElimina
  3. Complimenti e poi che carina! Me la ricordo quella bambolina!!

    RispondiElimina
  4. Sei troppo simpatica! Fortissimo quel costume!Ti sta proprio bene!Adoro i muffin!

    RispondiElimina
  5. Innanzitutto complimenti per la laurea!! Chissà che divertente deve essere stato :) io mi sono laureata a Bologna, ma lì non mi sembra ci sia questa tradizione, anche se comunque ti organizzano lo stesso degli scherzi!
    Cherry Merry Muffin me la ricordo, ci giocavo anch'io da piccola, ihih!! Mi sono iscritta al tuo blog, se ti va passa dal mio, ciao!!
    Sara

    http://fataarancio.blogspot.com

    RispondiElimina
  6. auguriiiiiiiiii!!!bellissima questa usanza..da me purtroppo non si fa....:( un anno quando sono andata in gita a padova ricordo di aver incontrato una ragazza vestita da lumaca che ditribuiva bottonii...hahahhaha auguri ancora bacii

    RispondiElimina
  7. cara ti faccio gli auguri più sinceri per un futuro di grandi soddisfazioni

    ave

    RispondiElimina
  8. complienti!!! bellissimo vestitooooo

    RispondiElimina
  9. grazie Chiara!! il rosa mi dona :-)

    RispondiElimina
  10. ma quanto era carino quel vestito *_*

    ahah anch'io quando mi sono laureata mi hanno fatto una festa più o meno così... solo che io avevo parrucca viola e vestita da.. uff .. signorina poco raccomandabile :-( niente di così bello come te!

    bellissima!

    RispondiElimina

Mi piace sapere cosa ne pensate! Grazie per aver commentato!