martedì 13 marzo 2012

Come sopravvivere alla mensa

Non so se avete mai avuto la (s)fortuna di mangiare in mensa. Io sì. Molte volte. Troppe volte. Io odio la mensa dai tempi delle medie, quando la differenza tra la pasta al pomodoro e la pizza era impercettibile visto che l’aspetto era lo stesso. E non parliamo del sapore! Ma il peggio doveva ancora venire: le mense universitarie! Si sa che gli studenti universitari sono l’ultima categoria dell’ordine sociale, per cui è abbastanza ininfluente ciò che gli viene servito da mangiare: ormai siete grandi e grossi, non dovete più crescere! Motivo per cui le peggiori porcherie prodotte dalle cucine internazionali vengono proposte proprio a quei tavoli. Vige una legge non scritta tra gli universitari: mai prendere le patate fritte dopo il mercoledì poiché l’olio della frittura è lo stesso da lunedì (prendete nota!). Le variazioni su tema di tale legge sono molteplici (ad esempio, non prendere mai le patate in generale dopo il mercoledì: è un caso se il lunedì trovate patate al forno e venerdì il purè, passando per poltiglie varie?! Fatevi qualche domanda sul ciclo delle patate!) ed ogni veterano sa a cosa va incontro. Per questo motivo io boicotto da anni luce questa istituzione in favore dei baretti universitari che  a prezzi più o meno stracciati propongono panini più o meno commestibili. Certo è che dopo cinque giorni di panini anche l’apparato digerente inizia a manifestare una sorta di avversione per il cibo (e la consistenza gommosa del pane non è proprio il massimo per la masticazione). Per questo motivo mi sono ingegnata a portarmi il pranzo da casa e, per quanto la mia aspirazione siano i bento, sono ancora lungi dal realizzarla!

Di conseguenza mi sto impegnando nel produrre focacce  et similia. Adesso sono nella fase muffin salati di cui vi propongo una ricetta facile e veloce , oltre che molto estiva, rivisitazione di una proposta di Ricette gustose.

MUFFIN SALATI CON POMODORINI E FETA

muffin salati

Ingredienti (per 12 muffin)
- 2 uova intere
- 160 gr di farina
- 8 cucchiai di latte
- 150 gr di feta
- 1 bustina di lievito per torte salate
- 1 cucchiaino di bicarbonato
- 6 pomodorini

Procedimento
Mescolate con l’aiuto di uno sbattitore elettrico le uova, la farina, il latte, il lievito ed il bicarbonato. Quando il composto risulta omogeneo aggiungete il feta precedentemente tagliato a pezzettini sottili e amalgamatelo nell’impasto con l’aiuto di un cucchiaio. A questo punto versate l’impasto nei pirottini di carta imburrati (circa un cucchiaio per pirottino) e ponete un pomodorino sopra l’impasto.
Cuocete in forno preriscaldato per circa 20 minuti a 180°. Una volta cotti, lasciate per circa 5 minuti i muffin nel forno spento con lo sportello aperto.

muffin salati

Bon appetit!

30 commenti:

  1. Devo provarli provola e funghi...
    Io alla mensa universitaria non ci ho mai messo piede quindi non saprei... Molte volte, quando sono al policlinico ho solo il tempo del caffé :(
    Robi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per carità, continua a guardartene!
      Per esperienza le mense dei policlinici sono leggermente meglio, ma niente di che.
      Provola e funghi è un'ottimo accostamento!

      Elimina
  2. *-* GNAM! per il bento beh...un sogno :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me ne dovrò procurare uno... e imparare a fare quelle ricettine gustose ovviamente!!

      Elimina
  3. MMmmmh, grazie per la ricetta, sembrano proprio buoni!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se li prepari, fammi sapere come ti sono venuti!

      Elimina
  4. Che buoni devono essere!! Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono molto buoni, ma anche molto facili, eh eh!

      Elimina
  5. Devono essere proprio buoni! Da ex assidua frequentatrice delle mense, non posso che darti ragione! Bleah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Facciamo un minuto di silenzio per tutti i frequentatori di mense!

      Elimina
  6. Mamma mia...la mensa...l'ho avuta solo il primo anno del liceo, poi (per fortuna) l'hanno tolta, tante volte ci facevamo portare a scuola le pizze a domicilio! ;-) Il bento box è una vera chicca, ne ho regalato uno ad un amico per Natale! Mentre i muffin salati per me sono una novità! Mai assaggiati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio di provarli, facili e veloci!!

      Elimina
  7. Sono carinissimi i tuoi muffin! e fai proprio bene a prepararti il pranzo da sola, almeno sai cosa mangi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, anche perché in mensa la provenienza del cibo è oscura!!

      Elimina
  8. io mi portavo dietro la "schisceta" quando mia mamma (o io a volte) cucinava per la cena metteva da parte una porzione in più per me per il giorno successivo. La mattiva scaldavo il tutto e lo mettevo nel mio bel contenitore termico (c'erano tre vaschette all'interno del termos) e tutto rimaneva caldo fino all'ora di pranzo. Più che altro lo facevo per una questione di soldi perchè così spendevo meno che se andavo in mensa...il cibo delle mense universitarie non mi ha mai fatto troppo schifo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottima idea quella del termos! Secondo me dovrebbero introdurre delle salette con i microonde così che la gente possa riscaldarsi il cibo: un risparmio per il portafoglio e la salute!!

      Elimina
  9. DEVO farli!!!! Grazie per la ricetta! Ti farò sapere com'è andata!!!

    RispondiElimina
  10. Ti dirò che io sono sempre stata abbastanza fortunata con le mense fino ad ora. Addirittura a Valencia era ottima (eppure io sono una buona forchetta). La ricetta dei muffin salati me la segno, sembrano squisiti! :) mi fai sempre venir fame, come devo fare con te?! :D
    Bacini dolcezza e grazie per la visita!
    Buono studio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa vuoi, il cibo è uno dei migliori piaceri della vita, dovremo pur gustarcelo, no?! :-)
      Grazie a te! Baci!

      Elimina
  11. Bellissimi questi muffin! Sembrano dei pasticcini!

    RispondiElimina
  12. Bellissima questa ricettina ! A me non piacciono le mense e per fortuna per ora posso farne a meno!
    ;)
    Un abbraccio e buon weekend
    Francesca

    RispondiElimina
  13. la tua ricetta mi attira molto. la proverò sicuramente.

    RispondiElimina

Mi piace sapere cosa ne pensate! Grazie per aver commentato!