martedì 4 giugno 2013

Pennelli MAC: promossi o bocciati? (+dupes)

mac brushes 217 188

Nella mia collezione di pennelli che ai miei occhi è ancora esigua (ma che a quelli dei miei familiari sembra già esagerata!) negli ultimi mesi sono entrati a far parte, grazie a due graditissimi regali, due pennelli MAC, gli unici del celebre marchio che possiedo per ora. Ovviamente quando li ho ricevuti avevo gli occhi a cuoricini, esattamente così:

sailor moon

Provandoli però ho scoperto che non è tutto oro quello che luccica!

Il primo che ho ricevuto in ordine cronologico è stato il 188, cioè lo Small Duo Fibre Face Brush, che, come dice il nome e come potete vedere dall’immagine qui sotto, è il classico duo-fibre ma di sezione ridotta.

mac 188

Come in tutti i pennelli MAC il manico è molto lungo e la parte delle setole gli è saldamente ancorata grazie alla presenza di un manicotto in ottone. Le setole sono in parte naturali, i classici peli di capra, ed in parte sintetiche; non sono molto fitte, anzi, direi che sono piuttosto diradate e ciò è dovuto al fatto che questo pennello serve all’applicazione leggera e per la sfumatura di qualsiasi tipo di prodotto, da quello in crema a quello in polvere. La sensazione sulla pelle è davvero soffice e non gratta in nessun momento, grazie alla flessibilità delle fibre che rendono ogni applicazione delicata e piacevole.

brush mac 188

Fin qui tutto bene, ma adesso iniziano i dolori. Mi sento di stroncare questo pennello perché mi ha fatto dannare fin dal primo utilizzo. Già dal primo lavaggio ha iniziato a perdere peli e a scolorire, tanto che le punte delle setole più chiare sono rimaste grigie, come si può notare nella foto a destra. La perdita di peli non si arresta neanche durante l’applicazione dei prodotti e se decidete di utilizzarlo per applicare il fondotinta, vi troverete una strage di peletti neri su tutto il viso. La dimensione ridotta della sezione e le setole rarefatte, sebbene siano utili per andare in punti critici come i lati del naso, rendono piuttosto lunga l’applicazione del fondotinta cremoso che peraltro necessita di una operosa lavorazione per rendere la base omogenea (senza contare poi la fatica per eliminare i residui di fibra appiccicati a tutto il volto). Delusa da questo tipo di utilizzo l’ho relegato all’applicazione del blush in crema e lì va leggermente meglio perché la sue dimensione lo rende perfetto per colorare le gote, anche perché le setole rarefatte permettono una giusta modulazione anche dei blush più pigmentati.
Sebbene sia riuscita a trovare un valido riutilizzo mi sento di bocciare questo pennello perché, visto il prezzo non propriamente contenuto (si parla di € 38,00), mi aspetto una performance eccezionale per ogni genere di applicazione e certamente non posso accettare che perda peli e stinga molti mesi dopo l’acquisto.

In generale devo dire che i pennelli duo-fibre che finora ho provato mi hanno sempre delusa, dai Sigma ai Kiko, passando ora per Mac; l’unico pennello di questo genere che ha il mio amore incondizionato è lo Stippling Brush di Real Techniques che vince il confronto senza alcuna difficoltà sotto ogni punto di vista: performance, caratteristiche e costo!

Per quanto riguarda il celeberrimo Blending Brush, meglio noto come 217, la storia è del tutto diversa! Fin dal primo utilizzo ho capito che era nato l’amore, uno di quegli amori intramontabili e duraturi!

mac 217

Anche in questo caso abbiamo un solido e comodo manico in legno di tiglio, un manicotto in ottone e setole tagliate a forma ovale che creano una sezione piatta e precisa. L’ho lavato moltissime volte ed è sempre tornato candido ed in forma come appena arrivato, inoltre non ha mai perso la sua nota morbidezza. Sul sito lo consigliano per l'applicazione dei prodotti cremosi ed effettivamente è ottimo per stendere sia ombretti in crema, come i Paint Pot, che il correttore. Io lo utilizzo sovente per i prodotti in polvere e devo dire che è magnifico anche in questo caso, permettendo di applicare e sfumare magistralmente qualsiasi texture.

brush mac 217

Pur non essendo un pennello di dimensioni esigue permette un’applicazione mirata e precisa specialmente per gli ombretti molto scuri o pigmentati. Devo dire che in passato avevo provato pennelli simili ma, come spesso mi è capitato di leggere in recensioni di questo prodotto, il confronto non regge, qui siamo proprio tra le teste di serie! Il prezzo è alto, è vero, costa €24,00, ma li vale tutti e personalmente a chi non ha tanti pennelli e vorrebbe iniziare a procurarsene, consiglio proprio questo perché con uno solo è possibile avere molte funzioni. Per le mie esigenze di oggi direi che questo basta e avanza ma non escludo che in futuro ne comprerò un altro da tenere di scorta perché è davvero insuperabile!

Se proprio dovessi consigliarvi un’alternativa economica al 217, direi l’Eyeshadow Blend&Contour di N°7. Non sono esattamente uguali ma è quanto di più simile e al contempo efficace io abbia mai provato. Il manico è corto, circa la metà di quello di Mac, e le setole sono leggermente più allungate ma altrettanto morbide e compatte. Stende benissimo i prodotti in crema e sfuma in maniera ottima anche quelli in polvere. Devo dire che talvolta perde qualche peletto, ma niente di drammatico e, per il prezzo decisamente più esiguo di quello del 217 (circa €8,50) si può chiudere un occhio! Il problema è la reperibilità: io l’ho ricevuto in dono da un’amica che vive a Londra e che l’ha acquistato da Boots, quindi ammetto che questo suggerimento non sia utilissimo a meno che non viviate lì o ci andiate in viaggio, ma volevo comunque offrivi una valida (seppur non equivalente) alternativa!

no 7 eyeshadow blend &contout

Quali sono i vostri pennelli Mac preferiti ed irrinunciabili?  E quelli che odiate? Avete trovato dei validi dupe?

31 commenti:

  1. Non possiedo pennelli MAC e non mi attirano granché, a parte il celeberrimo pennello-penna. Temo sia l'unico sprovvisto di dupe economici e facilmente reperibili!

    La tua esperienza col duo-fibre mi ricorda quella che ho avuto col duo-fibre Sephora Platinum (linea di pennelli non più commercializzata in Italia, dai prezzi simili ai MAC). Anche quello perde peli (meno del tuo, sospetto), stinge e macchia di nero gli asciugamani, nonostante lo possieda da anni e lo lavi regolarmente. Non era possibile lasciare le setole del loro colore naturale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il pennello-penna che ho io è della Zoeva e fra tutti quelli che ho di quella marca è il migliore, te lo consiglio davvero!

      Elimina
  2. :o che delusione il primo! Mi sarebbe venuta la febbre dopo aver speso 38 euro per un pennello del genere! Per ora preferisco spendere un po' meno, ma il 217 penso che sia nella wish-list di qualsiasi ragazza :)

    RispondiElimina
  3. Purtroppo sono una frana in quanto a pennelli (contando anche il fatto che si, mi trucco poco) e stavo quindi meditando, per uso occasionale, di comprare un set di Kiko. Hai mai provato pennelli di questa marca? Sai darmi un consiglio? Non vorrei spenderci troppo (Anche se so che con i pennelli è dura non sborsare un bel po') ma se avessi qualcosa di versatile da consigliarmi te ne sarei grata: gli utilizzi che prevedo sono blush e ombretti (sia applicare che sfumare, non so se è uguale :P)
    Un mega-grtazie in anticipo!

    letyourselfbeinspiredby.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I pennelli di Kiko che ho acquistato non mi sono piaciuti affatto, ad essere sincera, li ho trovati duri e poi si sformano subito, almeno quelli di circa due anni fa.
      Se non vuoi spendere tanto ti consiglio quelli della linea Studio di ELF o in generale i Zoeva. Oppure i Real Tehniques che hanno un prezzo medio ma sono eccellenti!

      Elimina
  4. Non ho il 188, ma il 187, anche a me ha perso qualche paletto inizialmente, posso consigliarti di lavarlo un po' di volte e vedere se si stabilizza!!! Magari è solo un assestamento...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo sei mesi di utilizzo e lavaggi costanti il problema permane, penso sia proprio un problema strutturale!

      Elimina
    2. Azz!!! Allora si!!! È evidente che c'è qualcosa che non va!!! Che peccato, un prezzo così alto per qualcosa che non vale!!!

      Elimina
  5. Ho diversi pennelli Mac, tra cui il 217 che è probabilmente il mio preferito sul pianeta. Lo adoro.
    Mentre non ho alcun duo-fibre Mac. Certo non mi aspettavo una così brutta resa...

    RispondiElimina
  6. visti i prezzi di Mac non ho nessun pennello...però che rabbia se perde colore e setole!

    RispondiElimina
  7. io stranamente non ho nessun pennello MAC. Dico stranamente perché sono fissata con i pennelli: ne ho tantissimi, mi piace averne e usarne tanti. Ma di MAC non ho ancora preso nulla... credo che mi butterò sul 217 :-)
    stranissimo però che l'altro ti abbia dato così tanti problemi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il 217 è assolutamente da avere per una brushes-addicted, credimi!

      Elimina
  8. per me i Mac irrinunciabili sono il 217, appunto, ne ho ben 2 e il 219 quello a penna per intenderci, dono fondamentali per me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il 219 mi manca ancora ma è nella wish list!

      Elimina
  9. Che nervoso quando i peli ti si fermano sul viso anche a me è successo con un pennello duo fibre sembra che siano facili a rovinarsi. Ah non era Mac ma una marca di una scuola di trucco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le setole sparse sul viso sono una cosa orribile!

      Elimina
  10. come sai, sono ignorantissima in materia.
    e tu sei una guida preziosissima!

    http://nonsidicepiacere.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi lusinga anche se non credo di esserne all'altezza!

      Elimina
  11. nice post!! very interesting!

    like your blog. what about following each other??..

    http://www.ilmiopiccolocapricciobyfabiola.com

    RispondiElimina
  12. anche io possiedo un duo fibre: il 187! pagato una fortuna è davvero il pennello peggiore che ho, stessi difetti di cui parli tu! I peletti neri vanno su tutto il viso mentre lo si utilizza e ne ha persi un po' anche nel lavaggio.... davvero una delusione, concordo su tutto ciò che hai scritto!
    Con il 217 invece è stato ammmore al primo utilizzo ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, se ti ricapita puoi riportarlo in negozio: la commessa della Mac mi ha detto di farlo subito appena ci si accorge che hanno problemi!

      Elimina
  13. non posseggo nessun genere di prodotto mac, ma nella mia wishlist dei pennelli ci sono 217, 239 e 227...mi sa tanto che resteranno nella wishlist per un luuungo tempo X'D

    RispondiElimina
  14. Il 217 sarà mio. O un suo dupe.
    Mi hanno parlato bene di uno di Yves Rocher...

    RispondiElimina

Mi piace sapere cosa ne pensate! Grazie per aver commentato!