venerdì 15 novembre 2013

Tre tendenze in barba alla tendenza a lasciarsi

tendenze 2013

Qualcuno ricorderà il 2013 come l’anno della gonna-pantalone di Zara o per il ritorno delle scarpe a punta; qualcun’altro come l’anno della rivincita morale di tutti i dermatologi grazie a Mirey Cyrus; altri lo ricorderanno perché per la prima volta una figura di potere ha dato le dimissioni (ciao, Benedetto!) e a sostituirlo è stato uno scavezzacollo che non conosce il cerimoniale (ciao, Francesco!). Ma in realtà l’unica vera tendenza del 2013 è stata quella di lasciarsi. Già, perché nel 2013 sono scoppiate più coppie di quante Alberto Castagna ne abbia messe assieme in otto anni di Stranamore. Quando Monica Bellucci e Vincent Cassel si lasciano, quando Raoul Bova e Chiara Giordano si dicono addio, quando addirittura Orlando Bloom e Miranda Kerr si amano ancora ma divorziano (e si vocifera anche su Will Smith e Jada Pinkett nonché Ryan Gosling ed Eva Mendes!!), quando Richi Pozzoli sparisce dal blog e dagli eventi social di Chiara Ferragni, beh, capisci che i Maya non avevano sbagliato più di tanto. Ma questi sono solo i nomi noti: se vi faccio l’elenco delle coppie scoppiate nelle mie conoscenze stiamo qui fino a domani.coppie scoppiate 2013Superare un momento così traumatico non è facile, non esiste una formula magica che aiuti le persone a stare meglio, non esistono consigli universalmente validi, anche se in QUESTO POST vi ho dato qualche suggerimento su come sopravvivere ad una rottura. Passato il momento del dolore (che può e deve durare quanto ve lo sentite) arriva il momento di essere egoiste.

«Quando ho cominciato ad amarmi davvero, mi sono liberato di tutto ciò che non mi faceva del bene: cibi, persone, cose, situazioni e da tutto ciò che mi tirava verso il basso allontanandomi da me stesso, all’inizio lo chiamavo “sano egoismo”, ma oggi so che questo è amore di sé»
(Charlie Chaplin)

Perché quando siamo in coppia cerchiamo di non complicare le cose, ingoiamo rospi per il bene comune, accettiamo qualsiasi compromesso, anche quello più inaccettabile per il quieto vivere, diciamo di sì a tutto per non privare il nostro partner della sua libertà individuale. E poi magari il perfido Richard di turno ci pianta in asso, così, su due piedi e non aspetta neanche di essersi dimenticato il vostro nome per tuffarsi nelle braccia di un’altra. Ma chi ce lo fa fare? Perché essere delle brave ragazze se quelle cattive vincono sempre? Tanto vale essere egoiste, ovvero amarsi un po’ di più. Perché Mark Darcy non esiste, è inutile aspettarlo, ed anche se voi credete che il vostro uomo non rientri nella categoria dei Daniel Cleaver, perché è buono-bravo-gentile, fidatevi che prima o poi cappella pure lui.

Ecco quindi che arriviamo al nocciolo del post, ovvero quelli che considero le tre tendenze hot dell’autunno/inverno 2013!

Numero 1: tirate fuori la Julie che è in voi.

la mia droga si chiama julie

Se non avete mai visto La mia droga si chiama Julie di Truffaut, fatelo ora. Se non avete ancora letto Avventure della ragazza cattiva di Mario Vargas Llosa, correte in libreria. Se non avete ancora trascritto ed incorniciato il manifesto di Giuliology, accendete subito la stampante e tappezzate i muri di casa ed ufficio per ricordarvi sempre che “Deve aver ben presente che se lo caghi è per una grazia che fai e non il contrario”. Dopo questo briefing intensivo in cui si presume abbiate interiorizzato alla perfezione il concetto di stronza, uscite di casa ed esteriorizzatelo. Mirate ad una preda, seducetela con tutte le moine necessarie e spezzategli il cuore. E mi raccomando, siate seriali, non affezionatevi alla vittima che appena quella fiuta che vi state innamorando è la fine ed inizia subito a vantare diritti!

Numero 2: gratificatevi.

pretty woman shopping scene

Sono certa che uno dei passatempi preferiti delle donne è riempire carrelli virtuali degli shop online e mi stupisco che qualche semi-sconosciuta università anglosassone o americana non ci abbia già fatto uno studio quinquennale. Mi dispiace ammetterlo ma è così, siamo donne, siamo frivole, ci piacciamo così. Non mi sento in colpa perché non mi interesso delle cause della crisi globale e sul crollo dei mercati: scusate, sono troppo impegnata a mantenerli in vita, i mercati, con lo shopping! Sappiate che grazie agli acquisti che fate contribuite ad aumentare il PIL di qualche Paese e a non fare chiudere qualche negozio, a non fare licenziare qualche commessa, a non lasciare a casa un povero magazziniere. Quindi sì, lo shopping è un atto di filantropia e secondo me su Linkedin andrebbe inserito sotto la voce “Esperienze di volontariato e cause”. Se avete una coscienza, cliccate su “Procedi all’acquisto”!

Numero 3: smettete di seguire le fashion blogger.

fashion blogger magre

Io sono alta 1.73 m e peso quasi 60 kg, indosso tranquillamente una 42, talvolta la 40 (da H&M la 38… vi amo svedesi!) e qualsiasi medico mi direbbe che sono praticamente nel mio corretto peso-forma. Eppure mi sono sempre sentita grassa. Di recente mi è capitato di vedere per strada una ragazza che aveva circa la mia corporatura e ho pensato “bel fisico!”. Poi ci ho riflettuto e ho capito che anch’io sono così, eppure continuavo a confrontarmi con i fisici di modelle e fashion blogger, con quelle loro gambette striminzite che al confronto le mie cosce sembrano due prosciutti S. Daniele. Delle modelle, si sa, sono magre (qualcuno mi spiegherà com’è possibile che su Wikipedia Miranda Kerr risulti essere alta 1,75 m e pesare 57 kg, cioè, non ci credo, maddai, com’è possibile che ci siano 57 kg su quel corpo?!), lo diamo per scontato. Le fashion blogger magre invece sono delle vere infingarde, perché dovrebbero essere le ragazze comuni, quelle della porta accanto, ed invece vantano fisici degni della passerella di Victoria’s Secret! Ci bombardano giorno e notte con foto di tutti i loro golosissimi pasti (mangiano tipo tredici volte al giorno) eppure indossano una 36, che gli va pure un po’ larga. Ora, tutto ciò è un mistero, non voglio indagare, forse avranno un metabolismo che al confronto Bip Bip è un bradipo, però voi smettete di guardarle, di ammirarle, di invidiarle. Non sentitevi grasse perché non siete così. Lo so che è dura, anche per chi ha un partner che dice “ma no, cara, tu sei già magra” e poi al cinema su Jennifer Lawrence dice “magra, beh, insomma, è un po’ piazzatella” [true story]; ma è essenziale accettarsi per come siamo senza pretendere l’impossibile. Non dico di strafogarsi di McDonald’s ogni due per tre (da parte mia prometto che stasera è l’ultima per un po’) e lamentarsi perché i jeans non si chiudono, ma neanche di mangiare solo insalata tutti i giorni. Guardatevi allo specchio, per almeno mezz’ora e cercate di trovare tutto ciò che c’è di bello in voi e se il mondo riesce ad evidenziare ogni vostro minimo difetto, mandatelo a quel paese, dove trova certo buona compagnia!

Questo post concorre al Lifestyle Blogger Contest-Blogger We Want You indetto da Grazia. Non ho ambizioni vittoriose, cioè sì, altrimenti non avrei partecipato, ovvio, ma diciamo che più di tutto mi premeva condividere queste piccole verità per regalare un sorriso a chi è stato vittima della terribile tendenza del 2013 della coppia scoppiata: avete tutto il mio amorevole sostegno!

44 commenti:

  1. io non seguo molto (anzi, per nulla direi) i fatti di attualità, però mi puoi spiegare perché questo è stato l'anno "della rivincita morale di tutti i dermatologi grazie a Mirey Cyrus"? sono curiosa *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, perché non si è mai vista così tanta pelle esposta al sole neanche in una spiaggia nudista!

      Elimina
  2. bel post, davvero!!! mi ha fatto fare tante risate!!!

    comunque non penso che fare la "cattiva ragazza" o la "egoista" sia un modo per tenersi stretto qualcuno. credo che la chiave di tutto stia nell'essere esattamente ciò che si è... se lui ci ama per questo bene, altrimenti ciao (questa poi è solo la mia opinione, non mi sento assolutamente un'esperta di queste cose, anzi!!)!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, infatti intendevo che fare l'"egoista" e la "cattiva ragazza" è una mossa terapeutica una volta che si è single!

      Elimina
  3. Secondo me Miranda Kerr ai 57kg arriva solo quando indossa le impalcature di Victoria's Secret per la sfilata (che notoriamente sono fatte con cavi e tubature di adamantio! --> http://www.gotceleb.com/wp-content/uploads/celebrities/miranda-kerr/victoria-s-secret-fashion-show-november-2011/Miranda%20Kerr%20-%20Sexy%20at%20Victorias%20Secret%20Fashion%20Show%202011-13.jpg )
    Noi ci togliamo i chili anagrafici, le modelle invece subiscono l'aggiunta anti-polemica!

    RispondiElimina
  4. Quanto mi piacciono i tuoi articoli. Il tuo stile di scrittura è uno tra quelli che più amo e se vincessi il concorso di Grazia ne sarei felice...purché continuerai a scrivere anche qui, per noi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla, Dama, resterò sempre qui a stalkerarvi tutte!

      Elimina
  5. Fantastica. Giulia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grandissima fondatrice di Giuliology, un saluto!

      Elimina
  6. Sai che anche io ho il tuo stesso problema?Ho praticamente le tue stesse "misure" ma vedendo le altre ragazze mi sento sempre di meno. Adesso sto pian piano incominciando a volermi più bene ma fino a qualche anno fa era davvero difficile :\
    Misure a parte è un bellissimo post, è sempre un piacere leggerti!
    Io, in barba alle tendenze, il mio lui me lo tengo stretto, preferisco di gran lunga la tendenza numero due che hai proposto :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tendenza numero due ci unisce un po' tutte!
      Grazie di passare di qui a salutarmi!

      Elimina
  7. Divertente.. :D

    The Cutielicious
    www.thecutielicious.com
    Fede

    RispondiElimina
  8. e chi se l'aspettava che Raoul Bova si separasse??? poverino, la suocera lo ridurrà in......:)


    Saldi su
    http://emiliasalentoeffettomoda.altervista.org/sconti-e-idee-regalo-su-smallable/
    grazie

    Mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so per chi sarà più dolorosa questa separazione!

      Elimina
  9. E io che manco sapevo che il Raul nazionale si fosse separato...e chi se lo aspettava?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente è stato uno shock nazionale!

      Elimina
  10. Stronza, spendacciona e vaff.. le blogger anoressiche? SI può fare!!!!!!!!!!!!!!!
    Ps: Jennifer Lawrence piazzatella? io penso che sia una delle attrici più belle del cinema attuale! magra, ma formosa nei punti giusti! No comment....
    Come sempre: bel post ;))

    Miss Piggy di insanebazar.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, cara!
      Jennifer Lawrence è la mia nuova celebrity crush!

      Elimina
  11. Bellissimo post, devi devi devi vincere! :) Oddeo Will Smith torna su piazza??? ^-^ (Hey tu...cioccolatinoooo!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, in cuore mio spero ancora che Will e Jada resistano, sono una di quelle coppie che ho sempre ammirato! Mi crollerebbe un mito!

      Elimina
  12. ma che tesoro che sei! io vado controtendenza e proprio oggi 7mo aniversario con il muso!

    proprio vero grafiticarsi - senza esagerare - e al diavolo le paturnie sul fisico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Auguri a chi resiste alla bufera del 2013 :-D

      Elimina
  13. ahahah Adoro questi consigli!
    Soprattutto smettere di seguire le Fashion Blogger! ahahaha
    Ora corro in libreria visto che non ho mai letto Avventure della ragazza cattiva...

    RispondiElimina
  14. le fashion blogger sono il vero male del mondo...

    RispondiElimina
  15. buona settimana

    Un nuovo paio di occhiali....http://emiliasalentoeffettomoda.altervista.org/firmoo-eyeglasses/
    grazie
    Mari

    RispondiElimina
  16. Sei super! In bocca al lupo per il contest di Grazia, ottimo post!

    RispondiElimina
  17. Con questo post sei ufficialmente degna di essere classificata come un mito :)))
    posso dire a sostegno che seguendo (involontariamente) i 3 punti, qualche anno fa ho trovato il mio Darcy...è inutile, meno li vuoi, meno li fili e più ami te stessa per come sei e non per come la società ti vorrebbe...più anche li altri ti amano!! non ne ho mai capito il motivo ma pare sia un dato di fatto ;))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi?! Le cattive ragazze vincono sempre! ;-)

      Elimina
  18. post carinissimo!!!!! grande!!!! un bacio

    http://www.lefamilledelamode.com/2013/11/pink-superga.html

    RispondiElimina
  19. Ok, punto 2 e 3 ci sono...devo correre ai ripari vedendo La mia droga si chiama Julie. Cercherò entro fine settimana, lo prometto!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne vale davvero la pena, io l'ho visto pure in francese!

      Elimina
  20. Bellissimo post! Hai citato anche la mia Chiarotta. Non sai quanto mi sia dispiaciuto la fine del rapporto tra Chiara e Richi. Per fortuna lavorano ancora insieme. In effetti, per le coppie in vista questo è stato un anno "horribilis". Un bacione carissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, Marina, mi dispiace molto per Chiara. In realtà mi dispiace sempre quando sento di coppie che si lasciano, magari dopo molti anni (tranne che per Leonardo Di Caprio che spero di rapire un giorno e di farlo mio, buhahahah!), ma l'importante è trovare la propria serenità interiore ed andare avanti! So che poi è difficile anche per l famiglie che vivono trasversalmente la situazione!
      Speriamo che il 2014 sia un anno splendente!

      Elimina
  21. Ultimamente gli impegni di lavoro si moltiplicano, io non ho partecipato ma sono felicissima di trovare te tra i finalisti! :)
    Post da leggere tutto d'un fiato, come un buon bicchiere d'acqua con qualche bollicina. ;)

    RispondiElimina

Mi piace sapere cosa ne pensate! Grazie per aver commentato!