giovedì 29 novembre 2012

Io La Traviata l'ascolto su Cubomusica

studiare
Avrete notato che ultimamente sono un po' assente nella cosiddetta blogosfera, le mie apparizioni si concentrano nel weekend, l'unico momento in cui riesco a staccarmi dallo studio, o meglio da excel ed autocad. Sto lavorando a vari progetti universitari che mi stanno completamente assorbendo: il mouse mi sta provocando la tendinite e diventerò più cieca di Leopardi a causa dello schermo. Però un aspetto positivo è che, passando ore su ore al computer, ho la possibilità di mettermi le cuffie ed ascoltare musica a ruota libera. Quando lavoro, quello che mi piace di più ascoltare è l'opera: ho un debole sfacciato per La Traviata, ma anche la Turandot non se la cava male.
Maria Callas La Traviata
Certamente è difficile reperire musica un po' datata o particolare: non sempre YouTube è all'altezza del ruolo. Di recente, tuttavia, ho scoperto cubomusica. Per chi non sapesse di cosa sto parlando, Cubomusica è un servizio offerto da Telecom Italia per ascoltare musica in streaming illimitatamente: con un irrisorio abbonamento mensile è possibile ascoltare milioni di brani, dai più datati, appunto, alle nuovissime uscite anche del mercato musicale internazionale.
Cubomusica
Ma qui probabilmente l'unica vetusta sono io e tutti voi Cubomusica lo conoscete benissimo. Forse non sapete, però, che da poco è sbarcato su Twitter, Facebook e Google+ per  mettere gli appassionati in stretto contatto tra loro, cosicché si venga a creare un vero e proprio circuito sociale musicale: seguendo l'hashtag #WelikeMusic è possibile aggiornarsi su tutte le uscite discografiche, sui concerti, sui festival più importanti e molto altro. Lo scopo è configurare un nuovo modo di vivere la musica, non più come ascoltatori, ma come protagonisti di uno spettacolo vero e proprio in quanto creatori di una rete sociale.
Ma non è tutto: l'aspetto più interessante dell'iniziativa è il concetto di Humanizing Music, che intende creare un legame virtuale ma reale tra gli appassionati di musica e gli artisti di calibro internazionale che calcano la scena musicale, organizzando incontri interattivi ed hangout. Come fare per entrare in contatto con i proprio beniamini? Basta restare connessi ai vari social network per restare aggiornati. Niente di più semplice. Per me è un po' tardi, Verdi e Puccini li troverò difficilmente, ma voi senz'altro non avrete questo problema!
Cosa ascoltate voi durante le vostre faccende di casa/studio/lavoro?
Articolo sponsorizzato

8 commenti:

  1. Okay, abbiamo appurato che io sono più vetusta!
    Nel senso, conoscevo Cubovision, potere della pubblicità martellante, ma non Cubomusica.

    Mi sento un pò antica..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è una scoperta recente, eh! Ma è bello sapere che non sono l'unica old inside!

      Elimina
  2. l'avevo sentito nominare ( essendo Tim mi arriva spesso la pubblicità) ma non mi ci sono mai interessato! sembra una bella idea! io in genere se studio non ascolto nulla, perchè mi metterei a cantare XD ciao cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando studio anch'io niente musica, ma progettare su autocad è un lavoro meccanico più che altro, per cui si presta bene ad un sottofondo musicale!

      Elimina
  3. Si conosco Cubomusica di nome, la stanno pubblicizzando molto!

    RispondiElimina
  4. ne avevo sentito parlare ma sinceramente non sapevo bene cosa fosse..io in genere ascolto la radio, magari stazioni in cui non parlano troppo :)

    RispondiElimina

Mi piace sapere cosa ne pensate! Grazie per aver commentato!