martedì 19 maggio 2015

MODA | Il dramma dell’abito da invitata al matrimonio

lauren conrad

Ci sono momenti della vita di una donna in cui ci si rende conto che un passo falso può essere fatale. Tipo quando devi scegliere l’outfit per un evento cruciale con la consapevolezza che agli eventi sociali l’unico passatempo delle altre donne è criticare quello che indossi, con una spietatezza di cui neanche Carla Gozzi ed Enzo Miccio sarebbero capaci. Pur auspicando vanamente di reincarnarmi in una persona naturalmente dotata di buon gusto come Lauren Conrad (o anche qualcuna di meno eletta sempre facente parte del suo entourage color pastello), ho trascorso le ultime serate cliccando su “Apri in un’altra scheda” sul sito di ESPRIT cercando qualche idea per un abito da indossare ai vari matrimoni a cui devo partecipare quest’estate: è pazzesco che in quasi trent’anni non sia mai stata ad un matrimonio (se non quand’ero bambina) e quest’estate ne ho praticamente uno al mese con la conseguente escatologica questione “cazzo mi metto?!”.

Conoscevo già di nome ESPRIT, per averlo visto in qualche campagna pubblicitaria e forse in qualche vetrina, ma come spesso mi accade in fatto di abbigliamento (cosa che purtroppo non succede mai con la cosmetica), il nome era scivolato nel dimenticatoio. Sfogliando le pagine virtuali del sito mi sono invece ritrovata a scoprire delle interessanti proposte di abiti prêt-à-porter, di tendenza pur nella loro semplicità, privi di fronzoli, come piace a me, e a prezzi davvero ragionevoli. Tuttavia a colpirmi sono stati gli outfit più eleganti e la sezione “Abiti da cerimonia” ha subito suggerito qualche soluzione decisamente solleticante alla mia immaginazione piatta, che per genetiche semplificazioni ingegneristiche non sa andare oltre all’accostamento nero-nero, nero-bianco, nero-un colore.

Innanzitutto mi hanno colpito gli abiti lunghi, che bramo da tempo immemore ma per cui non ho mai trovato un’occasione adeguata. Dall’intramontabile grigio perla che fa subito cerimonia, al blu notte dalla gonna svolazzante. Tuttavia il mio cuore è stato immediatamente catturato da quello con motivo floreale su fondo panna: l’eco della primavera (“fiori a primavera, avanguardia pura”) non può restare inascoltato.

lungo

A livelli pratici tuttavia so che l’abito corto è quello più riutilizzabile in diversi contesti, ed è per questo che resta sempre quello più gettonato. Ovviamente i tagli morbidi, color corallo, con oblò sulla schiena vincono facile, andando incontro ai miei gusti faciloni.corallo

 

Seguono a ruota un evergreen come il tubino in pizzo rosa cipria, emblema di sobria eleganza (un altro colore, dopo il giallo, sdoganato anche alle carnagioni color muro come la mia) ed il sofisticatissimo abito con taglio a trapezio e decoro sul collo di una gradazione di blu semplicemente perfetta.

corto

Tuttavia la mia indole bassamente bucolica mi tenta molto in direzione del motivo floreale declinato in tagli e colori di fondo completamente diversi ma comunque irresistibili.

corto fiori

Insomma tutta questa scelta mi ha creato ancora più confusione ed io che non sono pratica di matrimoni brancolo nel buio per cui aspetto caldamente i consigli di veterane che ormai hanno presenziato a qualsiasi cerimonia e sanno esattamente cosa si indossa e come. Illuminatemi!

20 commenti:

  1. Io sono per l'abito lungo, ma ho dalla mia il fatto di essere molto alta e quindi ne faccio, in genere, un riutilizzo diverso... a questo punto ti direi di puntare sul tubino o sullo splendido abito floreale dai toni del celeste (quello al centro fra le 3 selezioni, per intenderci!)
    Un abbraccio!
    Life, Laugh, Love and Lulu

    RispondiElimina
  2. Io amo i matrimoni ma odio tutto quello che c'è prima, scelta dell'outfit in primis.

    RispondiElimina
  3. Tra giugno ed agosto ne ho tre! Per quello del primo giugno ho comprato una tuta verde smeraldo molto carina, non me la sentivo di esporre le gambe bianchissime, anche se sono stata presa da ripensamenti di ogni tipo perchè rivedendomela addosso mi sento il folletto di san patrizio! Per quelli di agosto brancolo nel buio anche io... Ma opterò per abito corto, per il lungo sono troppo nanerottola :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammazza, anche tu sei messa bene! Anch'io a settembre vado per il terzo matrimonio della stagione.
      Ottima scelta la tuta: ne volevo anch'io una ma non l'ho trovata come volevo!

      Elimina
  4. belle le tue proposte mi piace molto Esprit...da un po' di tempo io preferisco gli abiti al ginocchio.
    un bacio ady
    Ubique Chic
    Facebook

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh ma con le gambe bianchicce anche la gonna al ginocchio è un azzardo.

      Elimina
  5. :-D L'abito per partecipare ad un matrimonio è sempre stato il mio ultimo pensiero sinceramente... poco mi importa di essere alla moda o di venire eventualmente criticata per il mio outfit.. figurarsi cosa mi importa :-D Mi basta essere piacevole e comoda per potermi divertire il più possibile!

    RispondiElimina
  6. secondo me un vestitino a fiori appena sopra il ginocchio è l'ideale..
    in ogni caso, mai scegliere un vestito nero, bianco o viola (così dicono i guru della moda wedding! :D)
    come negozio, io ti consiglio max&co... per i matrimoni troverai sempre qualcosina! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il nero ho visto che è stato sdoganato, ma per il bianco sono assolutamente contraria come te!

      Elimina
  7. Un paio di anni fa, quando si è sposato mio fratello, ero nel tuo stesso panico!! Guardavo su Internet le varie proposte e continuavo ad innamorarmene...poi però dal vivo, l'effetto non era lo stesso =( Finchè sono entrata in negozio, l'ho visto, me ne sono innamorata e l'ho acquistato!
    Come Luisa anch'io opterei per il tubino (rosa) e l'abito celeste a fiori...però vedrai che appena te li vedrai addosso capirai qual è quello giusto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero sempre nei colpi di fulmine in negozio perché odio provare i vestiti!

      Elimina
  8. Quello blu è stupendo poi con i tuoi colori secondo me starebbe proprio bene! Io per quest' anno ho finito con i matrimoni:)

    RispondiElimina
  9. E uno è il mio! e tu sarai bellissima e nessuna delle altre invitate potrà criticarti!

    RispondiElimina
  10. io di matrimoni ne ho vissuti tanti: ho vissuto anche il mio, quelle delle due migliori amiche e quelli dei miei fratelli, per non parlare di altri amici che si sono sposati negli ultimi 3 anni. Io quando vado a un matrimonio chiedo alla sposa, se possibile, se vuole che si evitino certi colori. Ad alcune spose non piace il viola perchè dicono che porti male, ad altre il rosso che secondo alcuni simboleggia il tradimento. Mi informo anche se ci sono le damigelle (moda che sta prendendo molto piede) per evitare di vestirmi come loro senza essere una di loro...
    Gli abiti lunghi vanno di gran moda però secondo me sono perfetti per matrimoni di pomeriggio e non li vedo molto adatti a matrimoni di mattina.
    Io amo i vestiti corti o al massimo con gonna a tre quarti così li posso usare in tutti i tipi di matrimonio. Ho 3/4 abiti che posso ruotare in modo da non mettermi sempre lo stesso abito.
    Uno di quelli che mi piace di più è blu navy, con corpetto e gonna ampia con tulle e una rosa sul fianco e l'ho comprato da Zara per il matrimonio di mio fratello.
    Un altro abito che ho usato molto l'ho comprato per il matrimonio della mia amica di cui facevo anche la testimone ed è color corallo. Ho però anche un abito multicolor per non farmi mancare niente...
    All'ultimo matrimonio invece mi sono messa una gonna che ho comprato in Giappone ampia con un po' di tulle e una maglia color menta.
    Commento chilometrico e scusami per tutti questi racconti ma ti volevo raccontare un po' come scelgo cosa mettermi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh vista tutta l'esperienza che hai mi sei molto utile!
      L'ultimo outfit con la gonna in tulle deve essere stato stupendo!

      Elimina

Mi piace sapere cosa ne pensate! Grazie per aver commentato!