lunedì 26 settembre 2016

BELLEZZA | Quando l’uomo aveva la barba di due giorni

Robert-Redford

Ricordo con estremo piacere i tempi dell’università, quelli in cui, con le amiche, avevamo teorizzato le virtù cardinali che misuravano oggettivamente l’avvenenza di un uomo, le cosiddette VACSS. Ricordo anche che avevamo statisticamente verificato che un uomo con un filo di barba era sempre più attraente di quando era sbarbato. Per la precisione avevamo calcolato esattamente la quantità di barba necessaria ad implementare la sexitudine di un uomo e tale limite era stato quantificato nella “barba di due giorni”: sotto questo limite il soggetto spesso non era degno di nota, sopra questo limite appariva trascurato oltre ogni accettabilità. Questo metro di misura ha funzionato con un elevato grado di efficienza fino a che non è iniziata la moda della barba e li purtroppo c’è stata una rivoluzione copernicana sui canoni di bellezza.

Se da una parte questa tendenza di barba folta ed ipercurata (ebbene sì, amiche, per avere quelle barbe alla Hemingway gli uomini 2.0 si impegnano in maniera certosina, utilizzando shampoo e balsami appositi, lozioni ammorbidenti, cere emollienti, burri lucidanti, creme disciplinanti…) ha lanciato il new deal del look maschile, fatto di camicie slim fit, bretelle, cravatte, papillon, risvoltini e calzini decor, facendoci sorridere di compiacimento perché finalmente anche loro potevano comprendere la difficoltà che noi abbiamo dall’alba dei tempi per apparire perfette in ogni situazione, dall’altra questo trend ci ha un po’ stufato, perché vabbè che adesso capite che per essere belli bisogna impegnarsi, ma adesso state un po’ esagerando!!

tipi di barba

Personalmente mi è inconcepibile immaginare di stare con un uomo che ci mette il mio stesso tempo per prepararsi ad uscire: lo trovo piuttosto offensivo e penso che sia anche un’evidente violazione al mio diritto universale a farlo aspettare mentre finisco di mettere il rossetto. Non parliamo poi del condividere il bagno! Non esiste proprio che un eventuale lui possa arrogarsi il diritto di possedere più di mezzo scaffale all’interno della sala da bagno: seriamente, dove dovrei mettere io le mie venticinque maschere per il viso, i tredici sieri per gli occhi e quella trentina di prodotti per i capelli? (Fortunatamente il make up non lo tengo in bagno) Mi pare evidente che bisogna cambiare strada e ricordare ai nostri uomini che non ci piacciono così curati. Ok, un po’ ci sta, ma, appunto, in medio stat virtus!

Jared-Leto-with-beard

Ora sorge spontaneo il problema: se le single non hanno difficoltà in questo senso, perché possono ancora adottare il matematico criterio delle VACSS nel momento in cui selezionano un uomo, valutando che le barbe non superino effettivamente i due giorni, le donne già impegnate con gli integralisti del barbone alla Hagrid si trovano in una spiacevole impasse: come comunicare la loro disapprovazione senza urtare i sentimenti della propria dolce metà? Perché, si sa, spesso quella lanuggine nasconde un cuore tenero… Ebbene, il mio consiglio è di arrivare all’obiettivo attraverso un messaggio subliminale: regalate loro un rasoio!! Sicuramente meno offensivo che dirlo a chiare lettere e più diretto di un giro di parole (che poi parliamo con uomini, non è che possiamo fare chissà che voli pindarici...). Un regalo non può che addolcire la pillola, ancora di più se scegliete uno di quei rasoi elettrici di ultima generazione, magari quelli della Philips, che si possono utilizzare sott’acqua, che hanno innumerevoli testine e rendono la rasatura veloce ed indolore, che hanno la tecnologia Smart Comfort, insomma che sono più high-tech degli, a tal punto che avevo quasi deciso di prendermene uno pure io perché mi sembrava più accessoriato e multitasking di un tablet!

jake gyllenhaal

Più sarà tecnologico il rasoio e più loro ne saranno galvanizzati, non vedranno l’ora di utilizzarlo e finalmente porranno fine a questo look da amish, o, peggio, da hipster con il piacevole ritorno alla barba di due giorni!!

alain delon

6 commenti:

  1. Parliamone: chiunque può essere figo con mezzo volto coperto di una barba spessa 5 dita. È come tirarsi su la sciarpa fino al naso. Uguale. Invece la barbetta di due giorni va ad enfatizzare quel che già c'è (se c'è).
    Non ho per nulla tentato di portare l'acqua al mio mulino eh.

    RispondiElimina
  2. Un filo di barba piace anche a me. Queste barbe che vanno di moda adesso per nulla.

    RispondiElimina
  3. Io ho provato a dissuadere un mio amico raccontandogli dei batteri che si annidano nella barba, ma non c'è stato niente da fare!

    RispondiElimina

Mi piace sapere cosa ne pensate! Grazie per aver commentato!