LIFESTYLE | Di self-made women e di shopping su QVC

By Siboney2046 - dicembre 31, 2018



Pochi giorni fa stavo guardando Joy, il film di David O. Russell con Jennifer Lawrence ispirato a Joy Mangano, una vera self-made woman che dall’invenzione del mocio auto-strizzante Miracle Mop ha creato un impero milionario. Tralasciando il fatto che il film non è mi è affatto piaciuto (con dispiacere visto che gli altri film di Russell mi erano piaciuti molto) devo dire che la storia di Joy Mangano mi ha veramente affascinata e mi ha fatto riflettere per l’ennesima volta sull’inarrestabile forza delle donne.

Joy, protagonista della pellicola, ottiene il successo grazie a QVC, il retailer multimediale più famoso al mondo. Proprio grazie al film ho scoperto che la sigla “QVC” sta per “quality, value, convenience”, e mi è sembrato di scoprire uno di quei segreti che non possono mai essere svelati per mantenere il mistero, ma poi ho pensato anche che probabilmente tutti quelli che conoscono QVC già lo sapevano (ma sono sempre bionda, vado perdonata!). Poi, visto che non riesco a non fare dieci cose contemporaneamente, prima ancora che finisse il film stavo già spulciando tra le pagine del sito, ovviamente nella sezione make up!

Sinceramente non pensavo che QVC avesse un assortimento così ampio di brand: da Becca a Perricone MD, da Foreo a Dyson, da bareMinerals a beautyblender. La maggior parte dei miei acquisti (beauty e non) li effettuo online, per comodità, perché durante la giornata ho davvero poco tempo da dedicare allo shopping, preferisco ritagliarmi un po’ di spazio la sera, nel relax del mio divano a sfogliare le pagine virtuali degli shop online e una piattaforma così fornita come quella di QVC sicuramente invoglia a rimpinguare i cassetti beauty, anche grazie a kit ricchi di più prodotti a prezzi veramente vantaggiosi.

Immagino che molte donne come me - che lavorano, che si occupano di una famiglia, che hanno milioni di cose da fare - abbiano poco tempo durante la giornata per dedicarsi allo shopping per cui QVC è veramente una soluzione qualitativa, di valore e conveniente e solo le donne sanno quanto può essere terapeutica e rilassante una dose di sano shopping! Insomma, è bastato un attimo e la wishlist sul sito era già bella che composta!

Ovviamente a questo punto parte il sondaggio: quanti sapevano il significato della sigla QVC?!

  • Share:

You Might Also Like

1 commenti

  1. Ciao Giulia!
    A dire il vero ho sempre e solo visto il canale televisivo di QVC e non mi sono mai pres la briga di spulciare il loro sito. E dal quel che hai detto, meglio che continui così! Ho wishlist lunghe chilometri, ma ogni scusa sarebbe buona per allungarle. Tipo che per ogni item tolto dalla lista, ne aggiungo tre o quattro ahah

    Per quanto riguarda il sondaggio: tengo le mani sulla tastiera e non le alzo, dato che non lo sapevo affatto!

    RispondiElimina

Mi piace sapere cosa ne pensate! Grazie per aver commentato!