mercoledì 22 luglio 2015

LIBRI | Furore

steinbeck furore

Il Grande Romanzo Americano. Ed in queste quattro parole è riassunta l’immensità di questo libro che John Steinbeck scrisse nel lontano 1939 ma che possiede un’attualità disarmante. Ed è proprio questa incredibile attualità, a quasi un secolo di distanza dalle vicende raccontate, ad aver lasciato su di me il solco più profondo, ancora più profondo di quello dell’aratro sulla terra secca abbandonata dai Joad. Furore non è soltanto un romanzo d’intrattenimento, è un insegnamento, un monito per il presente e per il futuro, uno stimolo a non cedere alla disperazione, uno strumento per ostracizzare gli avidi, i poveri di cuore, gli insensibili al prossimo. Attraverso exempla negativi insegna la carità umana e la solidarietà più di quanto mille sermoni da pulpiti di altrettante chiese potrebbero fare. La grandezza di un’opera si misura da quanto lascia all’umanità e John Steinbeck non poteva lasciare più di quanto ha fatto con questo indimenticabile romanzo.

lunedì 20 luglio 2015

LIFESTYLE | Di saldi, fair play e Volpi Rosse Menarini

multitasking woman

Nella vita di una donna ci sono dei momenti che mettono a dura prova il suo carattere: come se non bastasse lavorare, studiare, magari crescere un figlio e mandare avanti una casa, deve fare tutte queste cose e molte di più sotto una pressione psicologica di grande portata, provenga essa dalla famiglia, dagli amici, dal partner, dai colleghi, dai superiori. Ma la competizione più temibile, senza regole e senza esclusione di colpi è sicuramente quella suscitata da un’altra donna durante i saldi.

domenica 12 luglio 2015

BELLEZZA | Contouring set

contouring palette

Mentre sul web impazza la tendenza dello strobing, io, da ragazza démodé quale sono, torno a parlare del contouring, una delle tecniche di make up più efficaci che abbia mai sperimentato. Ve ne parlai già in passato in QUESTO POST recensendo i prodotti che usavo allora (anch’essi molto validi); tuttavia adesso la mia tecnica si è fatta leggermente più raffinata e va da sé che servono anche prodotti più specifici.

lunedì 6 luglio 2015

CITAZIONE DEL GIORNO | L’uomo non si ferma

furore the grapes of wrath

«L’ultima funzione chiara e distinta dell’uomo: muscoli smaniosi di lavorare, cervelli smaniosi di creare al di là del singolo bisogno – ecco cos’è l’uomo. Costruire un muro, costruire una casa, una diga; e in quel muro, in quella casa, in quella diga mettere qualcosa dell’Uomo, e in cambio prendere per l’Uomo qualcosa di quel muro, di quella casa, di quella diga: prendere i muscoli d’acciaio dal faticare, prendere le linee e le forme nette dal progettare. Perché l’uomo, diversamente da ogni altra cosa organica o inorganica dell’universo, cresce al di là del suo lavoro, sale i gradini delle sue idee, va oltre il limite dei suoi risultato. Ecco cosa puoi dire dell’uomo: quando le teorie cambiano e crollano, quando le scuole, le filosofie, gli angusti vicoli bui del pensiero nazionale, religioso ed economico crescono e si disintegrano, l’uomo non si ferma, procede brancolando, ferendosi, a volte ingannandosi. Fattosi avanti, può darsi che indietreggi, ma solo di mezzo passo, mai di un passo intero. Ecco cosa puoi dire, e sapere, e sapere.»

(John Steinbeck, Furore, 1939)