giovedì 30 ottobre 2014

Citazione del giorno: il sale della vita

Espiazione di Joe Wright 2007

«Povera cara: hai scoperto che pensare significa soffrire, che essere intelligenti significa essere infelici. Peccato che ti sia sfuggito un terzo punto fondamentale: il dolore è il sale della vita e senza di esso non saremmo umani»

(O. Fallaci, Lettera a un bambino mai nato, 1975)

venerdì 24 ottobre 2014

Impressioni pregiudizievolmente sbagliate

Via col vento

Ricordo distintamente la sera della vigilia dello scorso Natale. Lavoravo in una profumeria e stavo facendo provare due fragranze ad una signora indecisa; a quel punto le sue figlie hanno di concerto optato per una delle due e lei mi ha guardato come se cercasse un ultimo consiglio. Al che io le ho semplicemente detto “Signora, vox populi, vox dei”. Ricordo ancora la faccia incredula della signora mentre mi diceva “Addirittura? Ma conosce il latino?” “Sì, signora, ho studiato latino e greco al liceo ed ho anche frequentato per un anno Lettere Antiche prima di passare ad Ingegneria Edile”. La sua faccia è passata dall’incredulo allo sbigottito accompagnata da un caloroso “Beh, complimenti!”. Probabilmente la signora in questione non leggerà mai questo post, ma volevo affettuosamente dirle che il suo sbigottimento era del tutto fuori luogo perché lavorare in una profumeria non fa di me una cerebrolesa. Anzi, le dirò di più, fare la vendeuse, come si dice nel mio ambiente, o commessa, come si dice nel resto del mondo, non fa di me una persona superficiale come non lo fa di nessuna delle mie colleghe di qualsiasi settore. Anzi, signora, il suo stupore un po’ offende me e la mia categoria, ma non si preoccupi, non sono rancorosa, mal che vada la prossima volta che la rivedo le consiglierò una fragranza terribile per il suo ph.

martedì 14 ottobre 2014

Resilienza

resilienza

Studiando ingegneria sono incappata spesso nel concetto di resilienza. La resilienza è l’energia elastica assorbita da un campione di materiale deformato elasticamente: graficamente, nel piano di sforzo-deformazione è l’area della curva sottesa dal tratto lineare. Successivamente ho scoperto che in ecologia la resilienza è la capacità che ha un sistema (o una comunità) di ritornare al suo stato iniziale dopo che qualcosa ne ha provocato una perturbazione. Curioso è che esiste un analogo concetto nella tecnologia dei tessuti: ovvero la resilienza di un tessuto è la sua capacità di riprendere il suo aspetto iniziale a seguito ad una deformazione.
Ma sicuramente la definizione più interessante di resilienza è quella che assume in campo psicologico: psicologicamente parlando la resilienza di una persona è la sua attitudine ad affrontare eventi traumatici in maniera positiva, senza perdersi d’animo ma, anzi, riorganizzando la propria vita con efficacia e nuovo slancio.

lunedì 13 ottobre 2014

Rodial Stemcell

Rodial stemcell

Finalmente riesco a recensire un paio di prodotti che mi hanno davvero conquistata. Ad essere precisi è il brand inglese che mi ha conquistata anche se qui in Italia ha ancora poca risonanza rispetto i marchi di alta profumeria convenzionali, sto parlando di Rodial.
La prima volta che ne sentii parlare (molto bene) fu qualche anno fa sui canali YouTube prima delle Pixiwoo e poi della divina Lisa Eldrige. Ovviamente la curiosità andò al galoppo, ma la diffusione del marchio era molto difficile poiché allora, come oggi, la distribuzione in Italia è un’esclusiva delle Profumerie La Gardenia e, per mia sfortuna, all’epoca non ce n’era alcuna nelle mie vicinanze. Ma grazie all’apertura di un punto vendita nella mia città ho potuto finalmente avvicinarmi a Rodial, per fortuna direi!

sabato 11 ottobre 2014

Citazione del giorno: l’impronta dell’eterno

medea fuksas

«E un popolo – come del resto anche un uomo – vale solo per quanto sa imprimere nelle sue vicende l’impronta dell’eterno:
giacché in tal modo esso è come smondanizzato e mostra la sua inconscia convinzione intima della relatività del tempo
e del vero – cioè metafisico – significato del mondo»
(Friedrich Nietzsche, La nascita della tragedia, 1872)

giovedì 9 ottobre 2014

DANI I love this brand

_MG_4434

Che io abbia un sottile campanilismo veneto è cosa ormai nota. Mi piace parlare delle mie parti qui sul blog, raccontare qualcosa ogni tanto, buttare lì qualche notizia, informare, diffondere. Oggi ad esempio ho pensato di parlare di un brand di abbigliamento dalle origini profondamente locali che si difende bene contro colossi dai nomi altisonanti di radici iberiche o scandinave, ovvero di DANI.

martedì 7 ottobre 2014

Il mio uomo ideale

bruce wayne

È cosa universalmente nota che non sono fortunata in amore. La mia sfortuna (ma io preferisco vedere il bicchiere mezzo pieno e chiamarlo talento) è che mi riesco a trovare solo uomini stronzi. No dai, qualcuno di buono c’è stato, ma prevalentemente stronzi. Devo aver fatto qualche enorme cagata nelle mie vite precedenti se il karma si accanisce tanto in questa, ma sono convinta che nella mia prossima reincarnazione sarò la metà della coppia più felice del mondo, anche se probabilmente sarò una farfalla e la mia vita felice ed appagante durerà solo un giorno. Dettagli… Ciò non toglie che continui ad avere aspettative sul mio uomo ideale e sebbene io pensi di meritarmi fortissimamente Bruce Wayne (così come il suo ingombrante alter ego pipistrello, che lasciamo stare cosa non si può fare con tutta quell’attrezzatura! Ovviamente nella versione di Christian Bale) , so anche accettare che la vita non è giusta e mi devo quindi accontentare di qualcosa di meno pretenzioso.

lunedì 6 ottobre 2014

Restare in superficie

C’erano una volta uomini che volevano fare sesso al primo appuntamento, meglio ancora senza dover affrontare un intero appuntamento, e che sparivano prima ancora di avere avuto il tempo di alzare la zip dei pantaloni. C’erano una volta donne che restavano imbambolate dal corteggiatore di turno che ostentava sicurezza e le faceva sentire speciali, fino poi passare settimane a consumare kleenex con le amiche cercando di capire perché lui era sparito anche se gliel’avevano data senza troppe esitazioni perché “lui era diverso”. E poi arrivò il 2014, con donne consapevoli di sé e del proprio potere, che cercavano solo divertimento e puro piacere, senza la pesantezza dei rapporti troppo personali. E poi c’erano Dane Clark e Lindsey Stewart che hanno creato Long Branch, un cortometraggio così sottile e personale che potrebbe essere un estratto della vita di ognuno di noi. Lei cerca una notte di puro sesso, niente di personale, solo surface. Lui invece vorrebbe di più ma non osa chiedere. Eppure la geografia gioca un bello scherzo e quando lei decide di andare a casa di lui per la notte non sa che l’aspetterà un viaggio di due ore.

Long Branch from Dane Clark & Linsey Stewart on Vimeo.

domenica 5 ottobre 2014

Her: amare qualcuno che non esiste

her spike jonze

Ho indugiato davvero un po’ troppo nel concedermi il piacere di vedere Her di Spike Jonze. Certi film per me sono come un colpo di fulmine: capisco a pelle che mi piaceranno, mi bastano pochi fotogrammi perché mi entrino dentro e lì si fermino, lasciando un segno, o forse solo allargando il solco che c’è già. Solo pochi istanti del trailer mi hanno fatto innamorare di questa storia, di queste immagini, di questa idea. Tralasciando la bellezza della regia - bella da far male - è proprio la storia ad avermi sedotta. Si può amare qualcuno che non esiste? La risposta è sì.

sabato 27 settembre 2014

Citazione del giorno: il dilemma del porcospino

evangelion

«Il porcospino vorrebbe fare amicizia con il prossimo ma quando si avvicina a d un suo simile,
entrambi si feriscono con gli aculei che ricoprono i loro corpi.
Lo stesso accade ad alcune persone. […]
Presto si renderà conto che crescere infondo è un continuo provare ad avvicinarsi ed allontanarsi l’un l’altro
finché non si trova la distanza giusta per non ferirsi a vicenda»

(Neon Genesis Evangelion)