lunedì 6 luglio 2015

CITAZIONE DEL GIORNO | L’uomo non si ferma

furore the grapes of wrath

«L’ultima funzione chiara e distinta dell’uomo: muscoli smaniosi di lavorare, cervelli smaniosi di creare al di là del singolo bisogno – ecco cos’è l’uomo. Costruire un muro, costruire una casa, una diga; e in quel muro, in quella casa, in quella diga mettere qualcosa dell’Uomo, e in cambio prendere per l’Uomo qualcosa di quel muro, di quella casa, di quella diga: prendere i muscoli d’acciaio dal faticare, prendere le linee e le forme nette dal progettare. Perché l’uomo, diversamente da ogni altra cosa organica o inorganica dell’universo, cresce al di là del suo lavoro, sale i gradini delle sue idee, va oltre il limite dei suoi risultato. Ecco cosa puoi dire dell’uomo: quando le teorie cambiano e crollano, quando le scuole, le filosofie, gli angusti vicoli bui del pensiero nazionale, religioso ed economico crescono e si disintegrano, l’uomo non si ferma, procede brancolando, ferendosi, a volte ingannandosi. Fattosi avanti, può darsi che indietreggi, ma solo di mezzo passo, mai di un passo intero. Ecco cosa puoi dire, e sapere, e sapere.»

(John Steinbeck, Furore, 1939)

giovedì 2 luglio 2015

MODA | Fashion at IUAV 2015

std-img

Esistono molti luoghi comuni sulla moda: che l’Alta Moda è solo Parigi, che il new wave viene solo da Londra, che il design si impara solo in Nord Europa. E ancora che in Italia moda fa rima con quadrilatero milanese; che lo stile è appannaggio delle grandi metropoli; che un giovane che desidera farsi strada nel dorato mondo delle passerelle deve per forza andare all’estero per avere una formazione adeguata. Ma per natura i luoghi comuni esistono per essere smentiti e proprio in queste ore a sfatarli è il Fashion at Iuav 2015, un eccezionale evento di moda non ospitato in Corso Monte Napoleone o in via della Spiga, ma nel cuore pulsante di un Veneto quanto mai cosmopolita, quello dell’Università IUAV di Venezia.

domenica 28 giugno 2015

BELLEZZA | Crema giorno, crema notte, siero: perché utilizzare prodotti diversi

face beautycare

Negli ultimi anni il mio interesse nei confronti della cosmesi è lentamente cambiato: se una volta ad incuriosirmi erano soprattutto le ultime uscite make up, oggi la sperimentazione più forte è indirizzata verso i trattamenti, specialmente quelli viso. Sarà a causa dell’età e quindi delle abitudini che cambiano conformemente alle esigenze fisiche, ma è più facile che esca di casa senza trucco piuttosto che vada a dormire senza crema notte (e ovviamente è del tutto impossibile che vada a letto senza un’attenta operazione di struccaggio!). I benefici di una corretta beautycare si vedono subito: basta attuare una buona routine, anche senza troppi passaggi, e subito la pelle acquista compattezza, turgore, luminosità ed i commenti “tu sì che hai una bella pelle” piovono a catinelle. Ovviamente non esistono ricette uguali per tutti, ognuno ha delle peculiarità che implicano il dover trovare prodotti compatibili, non solo alla pelle ma anche alle abitudini di vita; in particolare questi sono quelli che utilizzo io, alla tenera età di quasi trent’anni, avendo una pelle mista ma soprattutto sensibile, in questa stagione estiva relativamente calda, anche se non troppo.

mercoledì 24 giugno 2015

LIBRI | La crisalide nel fango

viviani la crisalide nel fango
La crisalide nel fango è il romanzo d’esordio di Matteo Viviani e innegabile ed evidente è la contaminazione professionale dell’autore sul romanzo. Noto come inviato de Le iene, ma con un passato davvero multiforme che vede tra le sue varie esperienze anche il maestro d’arte e disegnatore orafo, Viviani ha senz’altro interiorizzato alcune delle realtà più angoscianti e morbose con cui ha avuto contatto attraverso la sua carriera nel celebre programma d’inchiesta e le ha tradotte in un romanzo feroce, pulp, a tratti brutale.