sabato 30 dicembre 2017

PERSONALE | Cercate la Fantaghirò che è in voi

fantaghirò

Questo Natale Netflix ci ha fatto veramente un grande regalo, ma così grande che Stranger Things lèvate proprio! Questo Natale Netflix ci ha regalato Fantaghirò. Era dai lontani anni novanta che non lo vedevo, quando, ricordo ancora, l’attesa tra un episodio e l’altro, da una serie all’altra,era veramente trepidante, perché allora mica c’era lo streaming, bisognava attendere, non come oggi che ci si può sparare tutta una serie in una notte! Fantaghirò ha segnato un’epoca, o meglio, ha segnato le donne di un’epoca, insegnadoci molte cose che nessun libro di scuola ci potrebbe mai insegnare ed è proprio per questo che ho scelto di concludere quest’anno sul blog proprio con lei.

Molti sono gli insegnamenti che ci ha lasciato ma alcuni mi sono particolarmente cari e li voglio condividere con voi ad eterna memoria:

# Siate coraggiose! Sarebbe un po’ come ripetermi, ricordando il post di buon augurio dello scorso anno, in cui auspicavo di diventare un po’ come la Principessa Leila, di non aver paura di nulla, o meglio, di avere anche paura, ma di non fermarsi davanti a quella paura quanto di andarle incontro e sfidarla. Fantaghirò ha sfidato le regole sociali, il volere paterno, la volontà del suo amato e persino tutti i cattivi del suo regno ed ha sempre vinto. Anche lei aveva paura, ma la paura non ci deve mai fermare, la paura, anzi ci deve spingere ad osare!

# Siate libere! La storia di Fantaghirò è ambientata in un Medioevo fantastico, dove le donne stanno a casa a ricamare e crescere i figli mentre gli uomini vanno alla guerra; dove le donne sono assoggettate prima al volere paterno e poi a quello dei mariti; dove alle donne non è concesso non solo di fare quello che vogliono, ma neanche banalmente di leggere! Eppure lei se ne infischia, si fa punire piuttosto che rinunciare alla propria libertà. Certo oggi non siamo più nel Medioevo (almeno così si dice, nonostante le Crociate siano un po’ ovunque) ma le convenzioni sociali non ci hanno ancora del tutto abbandonate e molto spesso siamo costrette a sudare per vedere rispettati i nostri diritti e la nostra uguaglianza agli uomini. Non permettete mai a nessuno (uomo o donna che sia) di non farvi sentire libere di fare ciò che volete. E se non ve lo permettono, sguainate pure la spada (o la Pietra Tornaidietro)!

# Tagliate i capelli! Ebbene sì, ricrescono.  Anche se un giorno succede l’irreparabile (anche se vi auguro di non dover mai subire un taglio in stile paggetto) e il parrucchiere esagera con le forbici, vi posso assicurare che la vostra chioma fluente ricrescerà, quindi NO DRAMA!

# I pantacollant come pantaloni solo se hai il fisico di Alessandra Martines! E non aggiungo altro.

Pertanto, il mio augurio per il 2018 è di trovare la Fantaghirò che è dentro di voi, e di non lasciarla mai andare, soprattutto nei momenti di maggiore difficoltà, solo così diventerete delle vere Regine, le Regine della vostra esistenza!

(E non dimenticate che tutte le Fantaghirò alla fine trovano un Romualdo!!!!)

romualdo

2 commenti:

  1. E' uno splendido augurio, grazie.
    I capelli li ho tagliati ad ottobre ed ora spero che ricrescano, che già non ne posso più ;) un bacione e buon 2018.

    RispondiElimina
  2. "Metti al bando la parola impossibile. "

    Ricorda, "Non è mai troppo tardi per essere quello che vuoi essere"

    RispondiElimina

Mi piace sapere cosa ne pensate! Grazie per aver commentato!