BELLEZZA | Top Beauty 2018 - Skincare&Capelli

By Siboney2046 - gennaio 07, 2019


Fra i post che trovo più interessanti nei blog ci sono sempre quelli dei prodotti preferiti o più utilizzati perché penso che se una beauty addicted che generalmente nasconde una quantità vergognosa di cosmetici nei cassetti di casa (più del pane nascosto dalla Pina in Fantozzi contro tutti) si trova ad utilizzare con maggiore frequenza sempre gli stessi significa che ne vale davvero la pena!

Quest'anno i top sono davvero tantissimi per cui ho deciso di dividerli in due post, uno dedicato solo a skincare viso/corpo/capelli ed uno dedicato a make up/profumi, giusto perché vabbé che amo i romanzi russi ma ancora non sono all'altezza di scrivere Guerra e Pace!


Parto dalla detersione viso che è un argomento a cui tengo in maniera particolare. Quest'anno la mia pelle è stata segnata da una situazione drammatica e cronica di dermatite che mi ha indotto a scegliere, specialmente per la seconda metà dell'anno, prodotti specifici per pelle irritata. Tuttavia se la vostra pelle è semplicemente sensibile vi consiglio di provare il Mega-Mushroom Skin Relief di Dr Andrew Weil for Origins, un detergente iper-delicato ma estremamente efficace sia per la detersione mattutina che per rimuovere i residui di trucco la sera, senza irritare la cute. Per lo struccaggio la mia scelta ricade sempre Struccante Occhi Waterproof di L'Oreal, lo struccante bifasico col miglior rapporto qualità/prezzo sul mercato (e vista la mole di struccante occhi che utilizzo mediamente in un anno tenere conto anche del prezzo non è un'opzione!). Per struccare il viso generalmente scelgo burri oppure oli, in particolare il Tranquil Oil di Mac Cosmetics, che massaggio su viso asciutto o appena inumidito per rimuovere perfettamente sia il trucco viso che il trucco occhi (anche waterproof), ovviamente abbinato al tradizionale panno in mussola. Più passano gli anni e più penso che le maschere viso abbiano semplicemente un effetto placebo, tuttavia non riesco ad esimermi dall'uso: sarebbe disonesto dire che ho delle maschere in tessuto veramente preferite, forse perché ancora non ho trovato quelle che fanno la differenza. Invece, per quanto riguarda le maschere senza device quest'anno ho fatto due scoperte eccezionali: la prima è la Calendula & Aloe Shooting Hydration Masque di Kiehl's, una maschera veramente lenitiva ed idratante che ho acquistato impulsivamente in cassa nella versione minisize ma che mi ha veramente conquistata (stranamente visto che non sono una grande fan della skincare Kiehl's. Anche se questo post è zeppo di prodotti Kiehl's. La coerenza.). Il mio cuore tuttavia lo ha acquistato la Rose Face Mask di Fresh, acquistata da Sephora a Parigi in minisize dopo aver visto Lisa Eldrige che la usava in un video e di cui mi sono pentita di non aver preso la full size (sono consapevole che la mia devozione per Lisa Eldrige ha del patologico)! Una maschera veramente idratante, rimpolpante ed illuminante, che però sconsiglio a chi non ama il profumo di rosa perché contiene veri petali estremamente profumati!


Per quanto riguarda il trattamento viso la storia è ancora più lunga! La prima metà dell'anno è stata segnata  dal Baume-en-eau à la Rose Noire di Sisley, un trattamento rimpolpante ed illuminante estremamente lussuoso, a partire dal pack e con una texture veramente incredibile: è un balsamo morbidissimo che una volta massaggiato sul viso diventa acqua. L'effetto è straordinario: la luminosità è veramente visibile e la pelle risulta distesa e piena (ho ricevuto moltissimi complimenti nel periodo in cui l'ho usata. Poi è arrivata la dermatite!). Sicuramente è una crema costosissima ma se penso agli effetti che ha sulla pelle penso sinceramente che valga ogni singolo euro. La seconda parte dell'anno come dicevo è stata attanagliata dalla dermatite per cui ho scelto una crema specifica, la AtopiControl di Eucerin, inserita anche nel post sulla skicare per pelle irritata e devo dire che è una crema che mi ha piacevolmente stupito e che credo resterà stabile nel mio beauty case (e non solo per le acutizzazioni dell'irritazione). La crema notte della vita è invece la Make a difference - Night di Origins, crema riparatrice specificamente pensata per le pelli completamente disidratate: se non trovate nulla che soddisfi la "sete" della vostra pelle, fate un tentativo. Pur essendo una crema da notte studiata per pelli secche ha una texture leggerissima che si assorbe istantaneamente senza lasciare la sensazione di unto, a tal punto che mi è capitato spesso di usarla anche come crema giorno sotto il make up. La questione occhi è sempre un tasto dolente visto che purtroppo è la zona in assoluto più disidratata e segnata e, oltre a ciò, sembra essere invulnerabile ai trattamenti, tranne che per due prodotti. Il primo è la Resilience Lift di Estée Lauder, un trattamento antietà e rimodellante ricchissimo di burro di karité. Il secondo è la Creamy Eye Treatment  with Avocado di Kiehl's, la cui fama lo precede per cui non spendo ulteriori parole. Anche le labbra mi hanno dato particolari problemi quest'anno, tra dermatite ed herpes! Il trattamento notturno più amato è stato il Lemonaid Lip Treatment di Lanolips, che mi ha accompagnato per quasi dieci mesi visto che è estremamente concentrato e ne basta meno di un chicco di riso per svegliarsi al mattino con labbra piene e levigate. Come base per il rossetto non è l'ideale perché tende ad essere molto ricco e a far scivolare tutto, matite comprese (ovviamente si può sempre tamponare con una velina). Durante la fase in cui le mie labbra erano completamente spaccate dalle cicatrici dell'herpes ho preferito scegliere un prodotto più protettivo e lenitivo, il MedPlus di Blistex, che in casi di estrema gravità fa decisamente il suo dovere.


L'argomento trattamento corpo è di più rapida trattazione perché non posso dire di avere qualcosa che mi fa letteralmente impazzire, spesso acquisto casualmente e senza pensarci troppo su. Sicuramente però tre cose mi sono piaciute molto: la prima è un detergente, il Fortune Shower Oil di Rituals che mi è stato regalato nel natale 2017 e che mi è piaciuto così tanto che ho sempre cercato di riacquistarlo da Sephora ma non c'era mai, così appena l'ho visto a Parigi l'ho messo istantaneamente nel carrello. Lo scrub vincitore è senza dubbio il Coconut Coffee Scrub di Frank Body che ho fatto provare anche ad un'amica che ho ospitato in casa che uscendo dalla doccia mi ha detto letteralmente "mi sembra di essere uscita da una spa!". L'idea di fare uno scrub a base di caffè e di cocco è letteralmente geniale. La "mintaglia" da 100 gr mi è durata quasi sei mesi utilizzandola circa una volta alla settimana, quindi non lo trovo neanche così costoso. Come crema corpo in realtà inserisco un olio, il Dermo-Oil Multiattivo di Equilibra, che sarebbe utilizzabile anche sul viso ma che io ho utilizzato esclusivamente sul corpo e con grande soddisfazione perché lascia la pelle idrata, elastica e luminosa ma affatto unta (ed ha un profumo meraviglioso) ; oltre a ciò costa veramente pochissimo.


Concludo questo post pantagruelico con i prodotti per capelli che almeno per quanto riguarda shampoo e balsamo non sono grandi sorprese in queste pagine! Lo shampoo è il Nounou di Davines, specifico per capelli secchi, sciupati, trattati che già da solo vi rimette la chioma a posto. Il balsamo è il Damage Repairing&Rehydrating Conditioner di Kiehl's che è Il Balsamo per eccellenza per capelli danneggiati (decolorazione e piastra, who?), più efficace di qualsiasi maschera che abbia mai provato in fatto di nutrimento ed effetto disciplinante. Sì, anche se avete i ricci selvaggi. Tuttavia la sorpresa più grande nonché il mai-più-senza per eccellenza per me è il Bb Haidressers's Invisible Oil di Bumble and bumble! Non è semplicemente un termoprotettore anti UV come riporta la scritta, è un vero e proprio primer per capelli che li rende estremamente pettinabili (una vaporizzata sulla chioma e potete utilizzare qualsiasi spazzola perché i nodi SPARISCONO. Sì, anche se avete i ricci selvaggi), e facilita qualsiasi styling. La differenza c'è, si vede e si sente.

Questi sono i preferiti che ho selezionato fra i quintali di cosmetici che mi sono spalmata addosso quest'anno. Non ho potuto ovviamente inserire tutto quello che mi è piaciuto altrimenti sarebbe già il 2020, ma questi sono sicuramente quelli da provare almeno una volta nella vita.

A breve (spero) arrivano i preferiti make up e fragranze, nel frattempo se avete voglia di dirmi quali sono stati i vostri preferiti del 2018 sono sempre in cerca di ispirazione!

  • Share:

You Might Also Like

2 commenti

Mi piace sapere cosa ne pensate! Grazie per aver commentato!